Lasciamo le donne belle agli uomini
senza immaginazione
Marcel Proust

copertina   Carmen Covito
La bruttina stagionata
Bompiani 1992
ISBN 88-452-1925-9
pagine 249, lire 28.000

  • Premio Rapallo-Carige Opera Prima 1992
  • Premio Bancarella 1993
Best seller di lunga durata, è stato tradotto in tedesco, spagnolo, francese, olandese, greco, rumeno. Ne sono stati tratti un monologo teatrale (interpretato da Gabriella Franchini con la regia di Franca Valeri, adattamento di Ira Rubini) e un film (interpretato da Carla Signoris, sceneggiatura e regia di Anna Di Francisca).
copertina2
Marilina Labruna vive in una Milano livida, popolata di donne solitarie e di furbi che approfittano dei bisogni d'amore. Perciò lei, quarantenne non brutta ma, peggio, bruttina, deve trovare un modo diverso di trionfare.
copertina3
Postfazione di Ada Neiger
Bompiani
I Grandi Tascabili 1995
e ristampe successive
compralo  online
SuperPocket 1997
ISBN 88462-00027-6
pagine 249, lire 6.900



Un paio di cose che hanno detto di lei
:

"Questo romanzo ha restituito ai milioni di donne insignificanti, che faticano a crearsi la felicità che pretendono, che nascondono il tumulto delle loro passioni per orgoglio e paura, il senso dei loro diritti: siate bruttine e stagionate, e fregatevene."
(Natalia Aspesi)

"Un libro del quale nessuna donna sopra i quattordici anni dovrebbe fare a meno... Continuino pure, tutte le donne, a comprare riviste che insegnano loro come vestirsi, come truccarsi, come sbattere gli occhioni agli uomini che incontrano sul loro cammino; un consiglio da amico, però, voglio proprio darlo: lo facciano tenendo il libro della Covito in borsa: si tratta senza dubbio di uno dei migliori antidepressivi inventati per le donne di questo mondo..."
(Federico Montel)

 

    Mappa del sito  
Torna all'Indice